Hub - Stecca

BANDO PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTOCAPACITY MAKER – IL FACILITATORE PER L’INNOVAZIONE TERRITORIALE.

Bando per la partecipazione al progetto Capacity Maker – Il Facilitatore per l’Innovazione Territoriale

La costiera amalfitana e la penisola sorrentina, assieme alla costa del Vesuvio, sono mete turistiche di prestigio, che creano una domanda significativa per la moda di alta qualità e per l’artigianato locale. Inoltre, fungono da ispirazione per i designer e gli architetti, che cercano di catturare lo spirito estetico del luogo nelle loro collezioni o opere architettoniche. Per sfruttare appieno questo potenziale è essenziale sostenere l’innovazione e la sostenibilità, e valorizzare il ricco patrimonio culturale e artigianale di tale contesto territoriale (Design, Artigianato, Moda e Architettura – DAMA), attraverso una nuova figura professionale (un Facilitatore per l’Innovazione Territoriale) che possa giocare un ruolo cruciale nella valorizzazione delle identità del territorio e nel rafforzamento delle relazioni fra i diversi attori presenti sul territorio. Stecca Aps, Medaarch, CNA Salerno e Confcommercio Campania collaborano per formare tale nuova figura, attraverso un approccio metodologico che coniughi tradizione e innovazione.

BANDO

Il raggruppamento temporaneo di imprese, costituito da Stecca Aps, Medaarch, CNA Salerno e Confcommercio Campania, ha avviato una procedura per la selezione di operatori culturali attivi nel territorio nazionale da coinvolgere in un percorso formativo nell’ambito del Progetto PNRR – TOCC Transizione digitale Organismi Culturali e Creativi Capacity Building denominato CAPACITY MAKER – IL FACILITATORE PER L’INNOVAZIONE TERRITORIALE.

OBBIETTIVI

L’obiettivo del percorso formativo è quello di creare e/o rafforzare figure che possano svolgere il ruolo di CAPACITY MAKER, in grado di giocare un ruolo cruciale nella valorizzazione delle identità del territorio e nel rafforzamento delle relazioni fra i diversi attori presenti sul su di esso. Al fine di poter formare tale figura professionale, mediante cui le comunità locali individuano obiettivi comuni di sviluppo e valorizzazione delle risorse, concentrano le proprie azioni di trasformazione del territorio e riorganizzano le funzioni amministrative e di servizio degli Enti Locali, si focalizzerà l’attenzione sull’implementazione di diverse tipologie e metodi di intervento, volti a stimolare lo sviluppo di nuove competenze. Il progetto è pensato come un percorso all’interno del quale trovano posto diverse azioni integrate che prevedranno momenti di formazione e sperimentazione, percorsi di accompagnamento, scambio di esperienze, workshop e atelier di approfondimento, attività di design thinking e networking. I partecipanti saranno sia fruitori di tali attività, che veri e propri facilitatori di open innovation attraverso momenti di “affiancamento on the job”, durante i quali saranno guidati da esperti del settore, per rispondere attivamente alle sfide del territorio e perseguire anche gli obiettivi promossi dal sub-investimento MI1C3 (AII).

PROFILO IN USCITA

Capacity Maker: una nuova figura che sia in grado di operare sui territori creando reali opportunità, attraverso una sapiente lettura delle esigenze dei luoghi che si estendono dalle coste all’hinterland, e che faciliti l’interazione tra diversi attori valorizzando le reti di cooperazione esistenti e promuovendo una nuova cultura di partecipazione attiva, in relazione alle esigenze e alle specificità del territorio di riferimento.

REQUISITI

Sono destinatari dell’intervento formativo i soggetti della filiera culturale e creativa siano essi soggetti profit o non profit, micro, piccole e medie imprese, Soggetti del Terzo Settore e persone fisiche, operanti nel territorio nazionale.

Il bando è rivolto ad un massimo di 25 partecipanti. È possibile presentare la candidatura inviando il proprio Curriculum Vitae e lettera di presentazione da parte dell ’ente di provenienza all’indirizzo pec: [email protected] avente ad oggetto: Candidatura Capacity Maker 2024 entro e non oltre il 24 maggio 2024. In caso di partecipazione per conto di un ente, la lettera di presentazione dovrà contenere l’indicazione di disponibilità da parte dell’organizzazione di riferimento a far seguire il programma del corso. Nel caso di libero professionista indicare la data di apertura di partita Iva a corpo della Pec. Successivamente i candidati verranno convocati per il colloquio motivazionale conoscitivo. L’esito della selezione verrà comunicato via mail a tutti i candidati entro 5 giorni dalla conclusione dei colloqui conoscitivi. La graduatoria verrà stilata tenendo conto dei seguenti punteggi:

CANDIDATURA, NUMERO DI PARTECIPANTI E CRITERI DI AMMISSIBILITÀ

Gli aspiranti Capacity Maker devono essere operanti o avere esperienze nel campo delle imprese creative e culturali, per quanto attiene i contenuti, la produzione, le politiche e la gestione relativamente ad almeno uno dei settori contenuti nei macro-ambiti tematici di seguito elencati: DESIGN, ARTIGIANATO, MODA E ARCHITETTURA (DAMA). Costituisce requisito preferenziale essere l’elenco degli aggiudicatari selezionati per mezzo dell’Avviso di cui al Decreto della DGCC n. 385 del 19/10/2022 promosso nell’ambito del sub-investimento M1C3 – I.3.3.2 (azione A II) La partecipazione al percorso formativo è gratuita e pertanto non comporta alcuna quota di iscrizione a carico di candidati ed enti di appartenenza.

ITEMPUNTEGGIO
Valutazione Curriculum VitaeMax 30
Valutazione esperienze pregresse MADA0 ~ 10
Valutazione esperienza in corso0 ~ 10
Valutazione complessiva esperienze in networking0 ~ 10
Colloquio Conoscitivo MotivazionaleMax 40
Iscrizione elenchi TOCC INVITALIA20

DURATA E PROGRAMMA DEL CORSO

Le attività avranno inizio il 31 maggio 2024, per un totale di 80 ore, suddivise in 64 ore di formazione e workshop e 16 ore di coprogettazione.
Il calendario delle attività didattico formative e tutte le informazioni saranno comunicate ai partecipanti a mezzo email, all’atto dell’ammissione.
Pur privilegiando la formazione in aula, in alcune circostanze saranno previste modalità di partecipazione blended.
Le sedi indicate per le attività sono Torre del Greco presso i locali dell’incubatore di imprese Stecca in Via Calastro, 8 e Cava de’ Tirreni presso i locali del CAD Centro per l’Artigianato Digitale in Viale F. Crispi n.14.

INFORMAZIONI AGGIUNTIVE

I dati personali forniti dai partecipanti sono trattati per le operazioni connesse alla formazione dell’elenco degli ammessi al Corso, secondo le disposizioni del D.lgs 196/03 e Regolamento Europeo 679/2016 GDPR.
Per ulteriori informazioni e chiarimenti è possibile inviare una email all’indirizzo [email protected] oppure [email protected].

Sostenibilità e Identità: il percorso per le imprese creative e culturali nei due golfi.

Comunicato Stampa

    BANDO: TOCC – NextGenerationEU
    PARTNERSHIP:  Stecca aps – Medaaarch – CNA Salerno – ConfCommercio Campania
    DESCRIZIONE: I progetti proposti sono rivolti a tutti gli operatori, che in differenti modalità, sono coinvolti nelle filiere D.A.M.A. ovvero del Design, Architettura, Moda e Artigianato (ad esempio: associazioni, ordini professionali, professionisti, studi, enti di governo locali, artigiani, stilisti, designer, maker, studenti, istituti professionali, aziende, etc. che operano e lavorano negli ambiti su descritti). ll territorio su cui progetti vogliono lavorare è quello dei 28 comuni compresi nei due golfi. Il primo denominato Capacity Maker vuole creare una figura professionale nuova, capace di facilitare processi di sviluppo sostenibile inerenti le filiere DAMA. Questa figura sarà capace di conoscere le necessità di innovazione degli attori che operano sui territori e in grado di costruire progetti e intercettare opportunità per far fronte a queste necessità.
    Il secondo denominato Eco Indentity vuole formare gli operatori delle filiere DAMA affinché essi siano in grado di progettare e realizzare e prodotti che abbiano un forte grado di sostenibilità ambientale e un’identità culturale propria dei territori coinvolti.

    Il Ministero della Cultura Italiano attraverso un provvedimento finanziato dall’Unione Europea denominato “Interventi per migliorare l’ecosistema in cui operano i settori culturali e creativi, incoraggiando la cooperazione tra operatori culturali e organizzazioni e facilitando upskill e reskill” (Azione A I) nell’ambito del PNRR, M1C3 ha approvato due progetti proposti da Stecca aps e Medaarch srl, con la partecipazione di CNA Salerno e Confcommercio Campania.

    Destinatari, filiere e territorio trattato dai progetti

    I progetti proposti sono rivolti a tutti gli operatori, che in differenti modalità, sono coinvolti nelle filiere D.A.M.A. ovvero del Design, Architettura, Moda e Artigianato (ad esempio: associazioni, ordini professionali, professionisti, studi, enti di governo locali, artigiani, stilisti, designer, maker, studenti, istituti professionali, aziende, etc. che operano e lavorano negli ambiti su descritti). ll territorio su cui progetti vogliono lavorare è quello dei 28 comuni compresi nei due golfi .

    Gli obiettivi dei 2 progetti
    • Il primo denominato Capacity Maker vuole creare una figura professionale nuova, capace di facilitare processi di sviluppo sostenibile inerenti le filiere DAMA. Questa figura sarà capace di conoscere le necessità di innovazione degli attori che operano sui territori e in grado di costruire progetti e intercettare opportunità per far fronte a queste necessità.
    • Il secondo denominato Eco Indentity vuole formare gli operatori delle filiere DAMA affinché essi siano in grado di progettare e realizzare e prodotti che abbiano un forte grado di sostenibilità ambientale e un’identità culturale propria dei territori coinvolti.

    Le attività dei progetti

    Tutte le attività dei due progetti saranno completamente gratuite.

    Sono previste attività di divulgazione come seminari e tavoli di lavoro, attività di formazione su nuove tecnologie, metodologie e strategie per lo sviluppo delle filiere coinvolte e attività di workshop per l’ideazione di progetti e prodotti nuovi.

    I tempi di realizzazione

    Le attività del primo progetto Capacity Maker avranno inizio il 23 Marzo 2024 e si concluderanno il 23 Settembre 2024. Le attività del secondo Progetto avranno inizio a settembre 2024 per concludersi entro Marzo 2025.

    Le modalità di partecipazione

    Per partecipare visita la pagina del progetto o scrivi all’indirizzo info@stecca.org

    Dove trovare ulteriori informazioni

    Per conoscere tutte le attività dei progetti i tempi in cui si realizzeranno le modalità di svolgimento, gli obiettivi specifici e le finalità dei due progetti o semplicemente per saperne di più visita le pagine dedicate.

    22 FEBBRAIO: WORKSHOP gratuito NUOVE AGEVOLAZIONI A FONDO PERDUTO PER LE IMPRESE

    Giovedì 22 Febbraio alle ore 17:00 si terrà il nostro Workshop sulle opportunità e risorse a sostegno di micro-piccole e medie imprese nel 2024.

    L'evento fa parte della  Settimana della Crescita 2024 che Stecca ha organizzato per la divulgazione dei prossimi avvisi rivolti alla Formazione, allo Sviluppo delle Imprese con particolare riferimento agli investimenti a fondo perduto.

    I nostri consulenti e Partner illustreranno le opportunità in uscita nel corso del 2024.

    Bando Campania Startup 2023: finanziamento a fondo perduto per startup innovative

    Il team STECCA può aiutarti in tutto l’iter di compilazione della domanda.
    Se hai un’idea imprenditoriale innovativa che brucia nella tua mente e vuoi trasformarla in una startup di successo, sei nel posto giusto.

    Il nostro acceleratore di imprese è qui per aiutarti a realizzare il tuo sogno imprenditoriale.

    Sia che tu stia cercando di compilare un bando o desideri una consulenza specializzata sullo sviluppo della tua startup, il nostro team esperto è pronto ad accompagnarti in ogni passo del percorso. Leggi di seguito per scoprire come possiamo aiutarti a dare vita alla tua idea.

    Scrivici ora su: [email protected]

    Bando: Transizione Ecologica nel settore culturale creativo

    A partire dall’11 maggio, sarà avviato l’incentivo “Transizione ecologica organismi culturali e creativi”, che mette a disposizione un finanziamento di 20 milioni di euro provenienti dal PNRR. Questi fondi saranno erogati a fondo perduto per progetti di innovazione ed eco-compatibili, mirati a ridurre l’impatto ambientale delle attività culturali e creative. Sono particolarmente incoraggiati progetti che coniughino design e sostenibilità, al fine di promuovere comportamenti responsabili verso la natura.

    La misura è rivolta alle micro e piccole imprese culturali e creative, agli enti del terzo settore e alle organizzazioni profit e no profit attive nel settore culturale. Come consorzio, la missione di Stecca è quella di promuovere la costruzione di una rete tra imprenditori locali e di accompagnarli in un processo di crescita. Riteniamo che questa opportunità di finanziamento sia un’occasione straordinaria per sostenere lo sviluppo di progetti innovativi e sostenibili nel settore culturale.

    Le richieste di finanziamento possono riguardare diverse aree, tra cui l’efficienza energetica, il riciclo di prodotti e altre iniziative a basso impatto ambientale. Siamo convinti che le vostre organizzazioni abbiano l’esperienza e la creatività necessarie per proporre progetti di successo che possano beneficiare di questo finanziamento.

    È importante sottolineare che il termine ultimo per la presentazione delle candidature è il giorno 12 Luglio alle ore 18:00. Pertanto, vi incoraggiamo a prendere in considerazione questa opportunità senza indugio e a iniziare a pianificare i progetti che desiderate presentare.

    Come Stecca, incubatore di imprese specializzato nel supporto alle imprese culturali e creative, siamo in grado di offrire una serie di servizi e competenze che possono essere utili durante tutto il processo di realizzazione dei progetti. Ecco alcune delle modalità in cui possiamo contribuire:

    Consulenza e orientamento: Mettiamo a disposizione il nostro team di esperti che può fornire consulenza e orientamento strategico nell’ideazione e nella pianificazione dei progetti. Possiamo analizzare le esigenze specifiche delle vostre organizzazioni e offrire suggerimenti su come integrare al meglio la sostenibilità e l’innovazione nel vostro settore.
    Supporto nella redazione dei progetti: Abbiamo esperienza nella stesura di proposte di finanziamento di successo. Possiamo aiutarvi nella preparazione dei progetti, assicurandoci che rispondano ai requisiti richiesti, siano strutturati in modo chiaro e convincente e mettano in evidenza gli aspetti chiave legati alla transizione ecologica e alla sostenibilità.

    Solventi provenienti dal riciclo di oli alimentari di scarto: Isuschem vince il premio innovazione 2022

    All’ultima edizione di smau napoli 2022 (15-16 dicembre), italian printing inks, meglio conosciuta come ipinks, ha vinto il premio innovazione per aver presentato un inchiostro da stampa che utilizza solventi provenienti dallo scarto di oli alimentari.

    I solventi sono prodotti interamente dalla nostra Startup Isuschem Srl. 

    Un processo virtuoso quello portato avanti dall’azienda casertana, estremamente vivace nella ricerca di nuove soluzioni da offrire al mercato della stampa di packaging.

    Per leggere l’articolo completo CLICCA QUI.

    NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI 2022 a TORRE DEL GRECO: 
progetto S.T.R.E.E.T.S.

    Science, Technology and Research for Ethical Engagement Translated in Society

    Dal 3 all’8 ottobre 2022 una speciale caccia al tesoro a tema scientifico nelle strade di Torre del Greco in collaborazione con gli esercenti commerciali accompagnata – in tutti i pomeriggi ed in particolare nella giornata di sabato 8 ottobre – da exhibition e laboratori interattivi aperti al pubblico presso l’Incubatore torrese STECCA a cura degli Enti partners del progetto approvato e finanziato dall’Unione Europea.

     

    L’evento torrese PERCORSI INTORNO ALL’UOMO: DAL MICRO AL MACROCOSMO in programma per l’intera settimana dal 3 all’8 ottobre 2022 si inserisce nella più ampia programmazione del progetto  internazionale S.T.R.E.E.T.S.  (Science, Technology and Research for Ethical Engagement Translated in Society) approvato e finanziato dall’Unione Europea nell’ambito delle “Azioni Marie Skłodowska-Curie” (HORIZON-MSCA-2022-CITIZENS-01-European Researchers’ Night 2022-2023), coordinato dall’Università degli Studi di Napoli Federico II realizzato con Università della Campania “Luigi Vanvitelli”, Università di Cassino e del Lazio Meridionale, Università “L’Orientale” di Napoli, Università di Salerno, Istituti CNR campani partecipanti alla rete CREO, Le Nuvole (impresa culturale e creativa napoletana), con il supporto dell’Università del Sannio come partner associato.

     

    STREETS a Torre del Greco è stato presentato ufficialmente ieri – domenica 2 ottobre, presso l’Istituto Superiore “F. Degni” – con un incontro istituzionale “Tra coralli, storia e scienza” che ha visto la partecipazione dell’assessore alla cultura Enrico Pensati, della dirigente scolastica Benedetta Rostan, del presidente della Banca di Credito Popolare Mauro Ascione e della responsabile dell’Incubatore STECCA Giuliana Esposito in cui l Prof. Giovanni Ausanio, coordinatore  S.T.R.E.E.T.S, con la dr.ssa Rosarita Tatè, referente dell’evento torrese, e il comitato scientifico hanno dettagliato a Istituzioni, Dirigenti scolastici, Associazioni e Imprese del territorio il programma degli appuntamenti dal 3 al 8 ottobre.

    “Da sempre, l’elemento che nella storia dell’umanità ha caratterizzato la relazione, la contaminazione, la crescita culturale, lo sviluppo sono state le strade, sia fisiche che metaforiche. L’evento a Torre del Greco traduce perfettamente l’idea progettuale in realtà: la ricerca e i suoi protagonisti incontrano il pubblico di adulti e ragazzi nei luoghi della città che a loro appartengono e che essi vivono tutti i giorni in un dibattito aperto su temi di interesse collettivo” dichiarano, da progetto, Giovanni Ausanio e Rosarita Tatè.

    Tutti i pomeriggi da lunedì 3 a venerdì 7 ottobre (dalle ore 16 alle ore 20) presso alcuni esercizi commerciali individuati sul territorio torrese sarà organizzata una speciale Caccia al Tesoro intorno al tema: dal micro al macrocosmo con domande di tipo storico-scientifico attraverso tre differenti percorsi, ideati e costruiti per partecipanti di età e formazione differente (percorso blu: bambini tra 7-12 anni; percorso verde: ragazzi tra 13-18; percorso rosso:  cittadini di tutte le età). Il percorso rosso potrà essere fruito anche in “modalità passeggiata storico-scientifica”. Al termine della caccia, in ciascuna giornata, i partecipanti potranno prendere parte ai game educativi allestiti dai comunicatori della scienza Le Nuvole ed incontrare i ricercatori afferenti agli Enti di ricerca e agli Atenei della rete  S.T.R.E.E.T.S presso gli spazi dell’Incubatore STECCA.

    La conclusione dell’evento STREETS a Torre del Greco è in programma sabato 8 ottobre (dalle ore 10 alle ore 18) sempre presso STECCA, in una giornata dedicata alla divulgazione scientifica rivolta a scuole, imprese e cittadinanza con public speaking di Arte, Scienza e Tecnologia, ancora exhibition e una mostra fotografica interattiva.

    La proposta di S.T.R.E.E.T.S, anche a Torre del Greco così come in tutta la Campania ed il Lazio Meridionale dove è attiva, è ambiziosa rispetto alla tradizionale durata della Notte Europea dei Ricercatori e costruirà – per la durata dell’intero anno scolastico – ulteriori percorsi da svolgersi nelle aule con l’iniziativa di respiro internazionale RESEARCHERS@SCHOOL. Attività su misura per giovani e studenti con approcci metodologici diversi per età diverse dalla sperimentazione della curiosità negli alunni delle scuole primarie alle opportunità di carriera per gli studenti universitari e il coinvolgimento delle ricercatrici e dei ricercatori della Marie Skłodowska-Curie.
    Per una visione completa del progetto: sul web www.nottedeiricercatori-streets.it e pagine social Fb e Ig @nottedeiricercatori-streets.

    Stecca partecipa al tavolo regionale promosso da Giffoni Innovation hub e Regione Campania

    COMUNICATO STAMPA
    I luoghi identitari dell’innovazione.
    Stecca partecipa al tavolo regionale promosso da Giffoni Innovation hub e Regione Campania
     
    Cosa innesca sui territori la presenza di incubatori, laboratori di innovazione e centri di ricerca?
    Qual è stato l’impatto delle politiche regionali per favorire la crescita di ecosistemi dell’innovazione e cosa ci aspetta per il futuro?
    Di questo e altro si è parlato al tavolo di confronto, promosso da Giffoni Innovation Hub e Regione Campania che ha visto coinvolti tutti gli incubatori della Campania.
    “I LUOGHI IDENTITARI DELL’INNOVAZIONE” è il titolo del panel che ha visto coinvolti gli attori che, giorno dopo giorno, danno vita al cambiamento del territorio, tra cui l’incubatore Stecca di Torre del Greco.
    Abbiamo parlato di Stecca, come luogo Identitario dell’Innovazione.
    E innovazione significa generare nuove opportunità per i cittadini e per i territori.
    Il territorio vesuviano, in linea con un trend nazionale, ha visto nel 2021 una crescita delle startup innovative, pari a 57.
    ma quante di queste sopravvivono e resistono al mercato? Quante di queste sono nate all’interno di un incubatore ?
    L’incubatore Stecca è una realtà giovane, nata nel 2018 a Torre del Greco e, grazie ad un grande lavoro di networking tra professionisti, aziende, operatori culturali, sta diventando un punto di riferimento nell’area Vesuviana per chi vuole fare impresa.
    – 12 startup avviate, di cui 7 al momento incubate
    – Circa 40 richieste per Explosiva, Challenge delle idee vulcaniche, di cui17 valutate e 10 selezionati
    – 18 accordi di partenariato tra università, associazioni di imprese e professionali, scuole e istituzioni
    -179 ragazzi delle scuole coinvolti nei progetti di formazione
    – circa 3000 persone formate 
    -Oltre 80 workshop formativi e informativi
    Qualche numero per raccontare il fermento di uno spazio e di una community che fa del “luogo” un riferimento Identitario su cui costruire una visione di sviluppo territoriale.
     
    Alcuni punti sono stati condivisi tra tutti. La necessità di:
    Rafforzare il lavoro di animazione territoriale per promuovere la cultura d’impresa.
    Valorizzare programmi formativi per creare competenze manageriali in grado di garantire sostenibilità alle nuove imprese.
    Stimolare e supportare la crescita di ecosistemi fertili per la nascita di nuove imprese.
    Creare le condizioni e i contesti stimolanti per attrarre nuove copetenze e far ritornare energie che hanno preferito espatriare.
    La Regione Campania sta investendo in questa direzione, supportando la nascita di Academy e pianificando programmi di investimento su settori strategici.
     
    Guidati dalla giornalista Diletta Capissi, hanno partecipato alla discussione
    VALERIA FASCIONE (Assessore alla Ricerca, Innovazione e Startup della Regione Campania); LUCA TESAURO (CEO Giffoni Innovation Hub); FRANCESCA OTTIER (Responsabile Fondo Italia Venture II – Fondo Imprese Sud di CDP Venture Capital Sgr), DARIO SCACCHETTI (CEO StartupItalia); SEBASTIAN CAPUTO (CEO 012factory); PASQUALE BRANCACCIO (Direttore Generale Incubatore Campano srl); AMLETO PICERNO CERASO (CEO Medaarch); MASSIMO VARRONE (Direttore Campania Newsteel; PIERLUIGI RIPPA (Direttore StartCup Campania); GIAMPIERO BRUNO (Coordinatore CSI – Incubatore Napoli Est); MASSIMILIANO IMBIMBO (COO Incubatore SEI (Avellino); GIUSEPPE MELARA (CEO In Cibum Lab – FMTS Group); SABINO DI MATTEO (Site Head Novartis, Stabilimento Torre Annunziata);ROBERTO ASCIONE (CEO Healthware Group);ALESSANDRO CIOTOLA (CEO & Founder Startup Europa); GIULIANA ESPOSITO (Ceo & Founder Stecca)

    Regione Campania: i luoghi identitari dell’innovazione

    Venerdì 22 Luglio Giuliana Esposito, CEO Stecca, sarà ospite del panel “I luoghi identitari dell’innovazione” ideato da Giffoni Innovation Hub.

    Moderati dalla giornalista Diletta Capissi, ci saranno gli interventi di:

    Valeria Fascione (Assessora alla Ricerca, Innovazione e Startup della Regione Campania)

    Luca Tesauro (CEO Giffoni Innovation Hub)

    Francesca Ottier (Responsabile Fondo Italia Venture II – Fondo Imprese Sud di CDP Venture Capital Sgr)

    Dario Scacchetti (CEO StartupItalia)

    Sebastian Caputo (CEO 012factory)

    Pasquale Brancaccio (Direttore Generale Incubatore Campano srl)

    Amleto Picerno Ceraso (CEO Medaarch)

    Massimo Varrone (Direttore Campania Newsteel)

    Pierluigi Rippa (Direttore StartCup Campania)

    Giampiero Bruno (Coordinatore CSI – Incubatore Napoli Est)

    Massimiliano Imbimbo (COO Incubatore SEI (Avellino)

    Giuseppe Melara (CEO In Cibum Lab – FMTS Group)

    Sabino Di Matteo (Site Head Novartis Italia, Stabilimento Torre Annunziata)

    Roberto Ascione (CEO Healthware Group)

    Alessandro Di Stefano CIOTOLA (CEO & Founder Startup Europa

    Giuliana Esposito (Ceo & Founder Stecca)